Salute

Mal di testa: ecco alcune cause che non conoscevi

Mal di testa: ecco alcune cause che non conoscevi

Milioni di persone ogni giorno soffrono di fastidiosi mal di testa che possono essere anche molto debilitanti. Ecco alcune tra le cause meno note:

 

1.  Vino rosso e formaggio

Il contenuto di tiramina in alcuni formaggi stagionati e nel vino rosso è un fattore che può provocare mal di testa. La tiramina è una sostanza che causa vasocostrizione, probabile causa dell’emicrania. Gli esperti raccomandano di limitare l’assunzione di alcool ad un bicchiere al giorno e consumare formaggi a basso contenuto di grassi.

 

2.  Carni lavorate

Le carni lavorate (carni in scatola, wurstel e salumi) vengono mantenute inalterate per lunghi periodi grazie a nitrati e nitriti. Questi conservanti possono causare mal di testa in alcune persone. I pazienti che soffrono di emicrania sono sensibili a questi fenomeni e sono più suscettibili al mal di testa provocato dal cibo. Se si sospetta che alcuni alimenti siano causa di mal di testa, è consigliabile adottare un diario alimentare registrando ogni episodio per riuscire ad identificare quali cibi lo provocano.

 

3.  Gelati

Anche se non è un effetto duraturo, consumare cibo molto freddo provoca un effetto chiamato “cervello ghiacciato” o “mal di testa da gelato”. I ricercatori non sono sicuri sulle cause del dolore, forse è una combinazione tra la stimolazione diretta di nervi sensibili a variazioni di temperatura e gli effetti del freddo sui vasi sanguigni presenti sul palato. Questo fenomeno è più frequente nelle persone che hanno denti sensibili. Se si verificano mal di testa improvvisi quando si consumano cibi freddi, si consiglia di rallentare la velocità con cui si consuma l’alimento.

 

4.  Caffeina

La brusca interruzione del consumo di caffeina può causare emicranie. I sintomi dell’astinenza da caffè includono proprio il mal di testa. L’astinenza da caffeina si manifesta dopo aver consumato più di 200 mg di caffeina al giorno per almeno 2 settimane. Purtroppo non c’è soluzione a questo tipo di mal di testa, l’unica soluzione è ridurre il consumo di caffè in maniera graduale.

 

5.  Disidratazione

La carenza di liquidi o disidratazione è nota anche come cefalea secondaria. Quando il corpo perde acqua ed elettroliti vitali, i vasi sanguigni si restringono per preservare l’acqua. È utile perciò consumare una quantità sufficiente di acqua, integrando anche quella persa. In media, bisogna consumare 3-4 litri d’acqua ogni giorno, soprattutto durante l’estate.

 

Uno specialista può svolgere accertamenti e fare una valutazione del mal di testa per affrontarlo correttamente e stabilire un programma di trattamento. Bisogna però prestare attenzione perché potrebbero esserci diverse cause tra cui poche ore di sonno, ansia o come abbiamo visto, il consumo di particolari alimenti.

 

fonte

 

Written by